Io preferisco i tonnarelli ma gli spaghetti vanno bene ugualmente

Portate a bollore l’acqua salata e versate gli spaghetti, nel frattempo grattugiate il pecorino o cacio.

Scolate gli spaghetti al dente(quando ancora mancano un paio di minuti), ma tenetevi da parte un po’ di acqua della pasta.

Metteteli in una padella larga versate il formaggio grattugiato e portate a cottura completa a fuoco moderato, aggiungendo via via acqua di cottura della pasta continuando a mescolare. In questo modo, finendo cioe’ di cuocere la pasta come fosse un risotto, questa tirera’ fuori una grande quantita’ di amido e formera’ insieme al pecorino fuso - quella cremina che e’ la caratteristica fondamentale di questo piatto. Quando la pasta e’ giunta a cottura completa, rimanendo pero’ al dente, aggiungere abbondantepepe nero macinato all’istante e rimascolare.

E’ importante terminare la cottura degli spaghetti cacio e pepe nel tegame, aggiungendo l’acqua di cottura, per permettere alla pasta di tirare fuori l’amido che mescolato con il pecorino former√† la cremina che √® la caratteristica saliente di questo semplice piatto.

versione di Felice(noto ristorante romano) mettere in una scodella calda per ogni persona” 2 cucchiai di pecorino, 2 di parmiggiano, 2 di olio, 2 d acqua della pasta, buttare dentro pi tonanrelli e alla fine abbondante pepe Variante: Mettete il pecorino o cacio in una zuppiera e stemperatelo con un paio di cucchiai d’acqua di cottura della pasta prima di scolare la pasta.

 
tonnarelli_cacio_e_pepe.txt · Last modified: 2013/08/22 12:16 by 93.46.200.126
 
Recent changes RSS feed Creative Commons License Donate Powered by PHP Valid XHTML 1.0 Valid CSS Driven by DokuWiki